09
05
2017

Comunicato Ufficiale – TRIATHLON SPRINT CEFALU’ – 7 MAGGIO 2017

Con il presente comunicato vorremmo porre chiarezza circa la frazione RUN della 3^ Tappa – Sicily Triathlon Series – Triathlon Sprint Cefalù.
Ufficialmente oggi possiamo affermare che la frazione run si è disputata su una distanza di 3.6km anziché sulla dovuta di 5km.
Siamo estremamente rammaricati dell’accaduto non essendo nostra intenzione ridurre questa frazione che tra tutte sarebbe stata certamente la più sicura.
Stiamo continuando a lavorare per migliorare la riuscita di ogni gara, cercando di prevedere anche l’imprevisto, ma quanto accaduto a Cefalù ha dell’incredibile ed è anche buffo da spiegare. Soprattutto quando tra staff organizzativo, giudici, arbitri e volontari c’era uno spiegamento di forze pari a 67 persone armate fino ai denti della tecnologia più evoluta.
Il Fatto: Abbiamo mandato in moto il nostro STAFF a posizionare la boa RUN alla distanza di 825mt per poi effettuare la spunta al passaggio degli atleti. Involontariamente è rimasto (non è stato rimosso) quello della categoria giovani (anteriormente disputatasi) posto a 585 mt.
Il risultato è stato che alla boa ufficiale (825mt) non è mai passato nessun concorrente.
Accortosi del particolare (non passava nessuno) lo STAFF posizionato alla boa ufficiale ha segnalato via radio l’accaduto ma a quel punto il “PATATRAC” era già stato commesso ed era soprattutto irreversibile.
O si squalificavano/bloccavano i primi (X) atleti [senza un criterio distintivo] che avevano girato alla boa (non ufficiale) oppure si continuava la corsa.
Questo è quanto accaduto. Purtroppo siamo mortificati che per un mero errore banale e certamente non voluto, si sia limitata la gara.
Ci rifaremo, con una maggiore e peculiare attenzione alle prossime tappe pur rimanendo estremamente dispiaciuti dell’accaduto.