30
03
2017

Ennio Salerno – I protagonisti della STS

Fiorì per prima l’età dell’oro; spontaneamente, senza bisogno di giustizieri, senza bisogno di leggi, si onoravano la lealtà e la rettitudine

Ovidio, Metamorfosi, I 89-90

 

Ennio Salerno, il Triathleta!ennio salerno

In atto considerato non solo dagli addetti ai lavori ma anche, è questo gli rende onore, dall’intero movimento isolano il triathleta più forte di Sicilia.

Ecco perché ci siamo sentiti in dovere di scomodare il prodigioso Ovidio dell’età Romana.

Un plebiscito l’ha eletto spontaneamente Triathlete of the Year STS2016  dopo aver vinto quattro tappe su sei della STS2016.

Un atleta che della lealtà sportiva e dell’amore verso questa disciplina ne ha fatto un vanto. Un triathleta che dai valore dello sport ne trae fonte di ispirazione per la stessa competizione.

Oggi, nel pieno della sua maturità atletica, dimostra, gara dopo gara, di essere sempre l’atleta da battere.

Ripetersi è la nuova sfida di Ennio Salerno.

 

1) Come ti sei avvicinato al Triathlon?

Mi sono avvicinato al triathlon 6 anni fa grazie ad un caro amico che praticava la disciplina da qualche tempo … Sono molto grato a lui perché quello che era inizialmente un gioco è divenuta una passione che mi ha stravolto positivamente la vita …

 

2) Sei il triatheta da battere nella Sicily Triathlon Series 2017, cosa ti aspetti dalla STS2017?

In fondo non ho grandi pretese personali da questa Sts 2017… So benissimo che quanto fatto lo scorso anno non è facilmente ripetibile ed inoltre è stato e sarà un anno di forti cambiamenti nella mia vita, gli impegni personali e lavorativi si sono moltiplicati e questo non nascondo ha comportato difficoltà sconosciute in passato per gestire la mia vita da atleta; nonostante ciò sono sereno e pronto a divertirmi in questo divertente circuito che spero sia ancora più spettacolare dello scorso anno.

 

3) Secondo te, chi sono gli atleti che per caratteristiche tecniche/atletiche possono contrastare la Tua leadership?

Penso che gli atleti da battere saranno bene o male gli stessi dello scorso anno. Keith Galea ed Enrico Schiavino sono certamente gli atleti più esperienti che sapranno ben comportarsi in tutte le prove, ma non sono certo da sottovalutare i giovani emergenti come Antonio Limoli o Gabriele Grimaldi, per non parlare di Davide Ventura e dei miei nuovi compagni di squadra in Multisport nonché amici Parrinello e Tomasello che sapranno sicuramente dire la loro nell’arco della stagione…

 

4) Il triathlon Siciliano è in crescita, cosa diresti a chi si avvicina al triathlon per invogliarlo a provarlo?

Direi di non aver paura e di lasciarsi andare in questa avventura che inizialmente può apparire come una sfida affascinante e per certi versi complicata ma che a breve diventerà ,per chi compie il primo passo, un’esperienza di vita unica e indescrivibile …

 

Grazie

Ennio