05
04
2017

Massimiliano Sardo – I protagonisti della STS

Un volta che si inizia a praticare il Triathlon difficilmente si smette

 

Sardo MassimilianoIl giovanotto terribile, noto come “Massi Peter Pan’za”, è sicuramente il triathleta rivelazione della #STS ed è il più eclatante esempio di come si possa in qualsiasi momento iniziare a praticare triathlon. Sfiorata nell’edizione del 2016 la Top Ten, dopo aver fatto segnare nelle prime tappe di stagione spesso i migliori intertempi di frazione, nell’edizione 2017 è partito fortissimo conquistando il podio nel Duathlon Sprint di Pergusa.

Lui è Massimiliano Sardo.

 

1) Se la nostra memoria non ci inganna, ti sei avvicinato da pochissimo tempo al Triathlon, cosa ti ha portato verso questa disciplina?
Si è vero, ho iniziato a fare Triathlon nel 2015, un po’ per gioco, dopo avere improvvisato una gara ad agosto 2014 a Fontane Bianche con i miei cugini e alcuni amici. Così, da quel giorno ho pensato di poter partecipare a qualche gara vera. Il primo anno ho fatto solo qualche sprint, l’anno scorso due 70.3 e quest’anno finalmente coronerò il sogno di partecipare, insieme ai miei compagni di squadra ad un Ironman.


2) Sin dal 2016, dalle tue prime partecipazioni alla Sicily Triathlon Series, hai fatto registrare spesso i migliori tempi nella frazione Run e nella frazione Bke, dove può arrivare Massimiliano Sardo?
Sicuramente la corsa è quella che mi è più congeniale delle tre, ma sto lavorando per migliorarmi anche nelle altre due frazioni. Dove posso arrivare? Spero a finire il mio primo Ironman nella maniera migliore possibile.

 

3) Nella scorsa edizione hai perso per un soffio l’accesso alla TOP TEN ( i 10 atleti più forti della STS) quest’anno sei partito subito fortissimo , lasciandoti dietro triathleti quotatissimi , cosa ti aspetti dalla STS 2017?
sicuramente per poter entrare in Top Ten dovrei gareggiare tutto l’anno, nei miei primi due anni di triathlon delle importati esperienze lavorative mi hanno costretto a gareggiare solamente nella prima parte della stagione. Spero che il movimento STS possa continuare a crescere, le gare sono sempre più seguite e i partecipanti in crescita, sono sicuro che un giorno, non troppo lontano, la Sicilia con i suoi posti meravigliosi diventi grazie al triathlon una tappa obbligatoria per tutti i triatleti italiani.

 

4) Il triathlon Siciliano è in crescita, cosa diresti a chi si avvicina al triathlon per invogliarlo a provarlo?
per la mia breve esperienza posso dire che spesso i tanti curiosi che sentono parlare di triathlon, che si avvicinano a questo sport, rinunciano ancor prima di provarlo, spaventati dall’ idea che essendo 3 sport bisogna avere molto tempo a disposizione per allenarsi. Io credo che sia solo questione di organizzazione e facendo un minimo di sacrifici si può fare tutto nella vita. Un volta che si inizia a praticare il Triathlon difficilmente si smette, questo è il motivo fondamentale per il quale questo sport è in continua crescita sia in Sicilia che in Italia.

 

Grazie, ci vediamo a Marzamemi