Melo Rock racconta Pergusa

By Angelo 0
11/03/2017

Temperature ottime I primi 5km sono partito controllato per finire in progressione

melorock3Spesso delle gare si parla solo dei vincitori. Sovente se ne narrano e se ne esaltano le gesta. Ma in realtà sono centinaia gli atleti che partono allo stesso start gioiendo ogniuno delle proprie sensazioni.
La gara è già, essa stessa, un’emozione. E ancor di più la sua preparazione. Noi dello Staff di #STS, abbiamo pensato di realizzare una rubrica che racconti le sensazioni della gara vissute da un’atleta “NORMALE”, uno come noi, che riuscendo a correre a 5min/km è orgoglioso di sentirsi triathleta.
Noi il triathleta-normale, lo vediamo sempre alle nostre gare .
Artista per professione, Triathleta per passione, ottimista e trascinatore per dedizione, narratore per diletto, siciliano fino al midollo.
Lui è Carmelo Regina in arte sportiva meglio noto come : “MELO ROCK” .
Sono miriadi le storie sportive narrate da Melo Rock dalla scalata ai Crateri Silvestri dell’Etna Sky Duathlon alle mitiche ripetute in progressione sul lungomare di Marzamemi. Sovente sono le frazioni della #STS gli scenari delle sue imprese .
Melo Rock, in un linguaggio tutto suo, caratterizzato dalla sua sicilianità, compie un viaggio alla scoperta di sé e delle sorprendenti e spesso inconsapevoli energie interiori che ognuno di noi ha.
I lettori, sportivi e non, si immergono in un’esperienza motivazionale ed eccitante, che solo il suo siciliano riesce a trasmettere.
Come sintetizzare l’atleta “MELO ROCK” ? Usando le sue stesse espressioni! E’ un triathleta che va #sempreAtutta nel suo sguardo rivedi #gliocchidellatigre ed è consapevole di #nonmollaremai.

Quest’anno in esclusiva Melo Rock ci racconterà le sensazioni delle gare della SicilyTriathlon Series.
Si parte proprio dal Duathlon Sprint di Pergusa del 5 marzo 2017:

Eccomi ci siamooo… si riparte per la seconda stagione #SicilyTriathlonSeries con il duathlon di pergusa. ..e se io ancora sono qui a gareggiare già e un buon segno. ….ahahah… allora andiamo con ordine so che qualcuno di voi sta pensando… Ammastau tranquilli pi un pocu ri miesi… ora e ancora ca a scasarici I gabbassisi….. ihihihihig…. mi dispiace ma ormai è diventato un appuntamento che sempre di più mi richiedono soprattutto l’amico Angelo Finocchiaro che da organizzatore mi raccomanda la recensione della gara, e come posso tirami indietro dopo che simpaticamente mi a fibiato il nome di MELOROCK …. per via delle mie storie sportive, adesso passiamo alla parte agonistica della gara, grande partecipazione tanti atleti di tutte l’età ma soprattutto giovani e questo fa molto piacere,vuole dire che il fermento scresce, poi ho notato un livello più alto degli altri anni. … azzz tutti assabbaggiuti su…. ahahag…. ma bello w la sana competizione, e bello ritrovare tanti amici, Le mie sensazioni sono state buone e questo mi fa pensare che sto lavorando bene per affrontare una nuova stagione spero ricca di gare, si può fare sempre meglio ma per le mie caratteristiche mi trovo meglio con il triathlon,per via delle partenza con il nuoto….!!!! Temperature ottime I primi 5km sono partito controllato per finire in progressione, I 20km di bici sono riuscito a prende un bel gruppo e facendo cambi regolari abbimo ripreso qualche gruppetto,entrando in zona cambio mavammazzatu qualcuno aveva perso una scarpa e io lo presa in pieno…ma ok … sono uscito illeso. … via per gli ultimi 2,5km di corsa sempre in progressione… bene bene…Chiudo adesso ci vediamo alla prossima spero di avervi fatto vivere un po la gara….! Grazie di cuore alla mia squadra.
#gliocchidellatigre #sempreAtutta #nonmollaremai

Comment
0

Leave a reply